Bandi

Home > Attività erogativa  >  Modalità di intervento  >  Bandi  >  Arte+ 2020  >  I progetti sostenuti  >  Santuario del Cavallero di Coggiola
 

Contributo Fondazione: € 9.000

Ente: Parrocchia di San Giorgio, Coggiola

Bene: Santuario del Cavallero

Progetto: Intervento di restauro e ripristino funzionale

Tipologia: Bene architettonico

Descrizione del progetto

Il Santuario della Madonna della Neve del Cavallero sorge a una quota di 543 m. s.l.m., alla confluenza del torrente Sessera con il rio Cavallero. L'edificio, realizzato nella seconda metà del Seicento sul percorso dei pastori di greggi e mandrie che salivano agli alpeggi estivi, non è raggiungibile da alcuna strada carrozzabile. Nel Santuario viveva, fin dalla sua fondazione, un eremita, uomo devoto e amante della solitudine che, munito di patente vescovile, questuava le elemosine e curava l'edificio. La sua presenza è documentata dal 1692 al 1898. Le cosiddette "stanze dell'eremita" si trovano nell'angolo sud-ovest della struttura e sono raggiungibili attraverso la scala esterna coperta sul lato sud.
Il Santuario e l'ambiente circostante rappresentano una testimonianza significativa della storia, delle tradizioni e dei modi di vivere della bassa Valsessera, luogo di culto e di incontro della comunità. In passato negli spazi all'interno e all'esterno del Santuario si svolgevano anche attività ludiche e culturali, che si vorrebbero ricreare.
La raccolta di firme per "I Luoghi del Cuore 2018", che ha avuto 2.664 voti, raggiungendo il 183° posto, ha rivelato grande interesse dei locali per il Santuario del Cavallero ed è stata occasione per avviare una serie di iniziative per la sua valorizzazione e il suo riuso. Purtroppo, la struttura nel corso del tempo ha subito degrado e danni, per cui sono necessari degli interventi di restauro. Il ripristino delle "stanze dell'eremita" costituisce il primo ambito su cui si è deciso di intervenire, in quanto indispensabile per la accessibilità in condizioni di sicurezza dell'intero complesso.
Si prevede di aprire un percorso di visite guidate per rivitalizzare tutto il complesso e inserirlo in un contesto più ampio di valorizzazione della cultura del territorio.

 
 

Dichiarazione referente

Dichiara Anna Ughetto, architetto e una dei due firmatari del progetto:
"Il Santuario del Cavallero e l'ambiente circostante rappresentano una testimonianza significativa della storia, dell'arte, delle tradizioni e dei modi di vivere della Val Sessera, che si è mantenuta integra soprattutto perchè il sito non è raggiungibile veicolarmente. Negli ultimi anni al tema religioso e devozionale si è aggiunto quello dello svago e del tempo libero (le "lame" del Sessera e del Rio Cavallero, i percorsi escursionistici, tra cui i due cammini devozionali Cammino di San Carlo e Cammino della Gran Madre, il percorso MTB dell'Oasi Zegna), in un progetto generale di rivalutazione turistica della Valsessera, in cui il Santuario del Cavallero può essere luogo di aggregazione sociale, di attività didattiche e culturali".

 

Informazioni e contatti

Pagina Facebook: www.facebook.com/Santuariodelcavallero/

Per informazioni:
ODV Amici del Cavallero: odvamicidelcavallero@gmail.com | 348 2687936 (Marco Ferraris)