Bandi

 

Comune di Pray

Progetto "Una Nuova Estate"

 

Dati tecnici e informazioni

Costo complessivo: € 38.000
Contributo: € 15.000

Destinatari: famiglie
Localizzazione: Pray
Partner: Comune di Coggiola - Comune di Crevacuore - Associazione Veterinaria Per la Cooperazione Internazionale A.V.C. - Auser Volontariato Provinciale di Biella ODV.
Obiettivi: fornire un aiuto concreto alle famiglie che si trovano in difficoltà nella gestione dei figli a casa in seguito alla ripresa delle attivitÓ lavorative, cui si aggiunge l'esigenza di permettere il ritorno alla socialitÓ dei bambini, attraverso la creazione di "piccoli centri estivi".

Per informazioni e contatti:
Cell.: 329-6181700 Massimo Platini (Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pray)
Mail: veter@libero.it

 
 

Una Nuova Estate - Il progetto

I Comuni di Pray, Coggiola e Crevacuore, intendono venire incontro alle esigenze delle famiglie attraverso interventi a favore della conciliabilitÓ tra famiglia e lavoro.
Il primo obiettivo è quello di contribuire alla realizzazione di forme di aggregazione, a carattere limitato, di minori di etÓ compresa tra i 3 ai 14 anni, nel periodo che va dal 15 giugno fino alla ripresa delle attivitÓ scolastiche (settembre 2020). Saranno accolti, pure in forma diversa, anche i minori in condizioni di disabilitÓ, portando il rapporto utente-operatore 1 a 1. I tre Comuni mettono a disposizione, nel loro territorio, idonei spazi di aggregazione.
Un secondo obiettivo è il potenziamento di un programma che rafforzi la coesione sociale, attraverso un aiuto diretto alla struttura "Emporio della solidarietÓ della Valsessera - Caritas" con sede in frazione Granero di Portula, che giÓ dal mese di aprile ha considerevolmente aumentato le attivitÓ di aiuto alle famiglie in difficoltà per l'emergenza sanitaria, individuate dalle Amministrazioni dei Comuni.

 

Dichiarazione referente

Massimo Platini - Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pray:
"Il progetto "Una nuova estate" nasce con l'idea di portare un aiuto concreto alle famiglie che si trovano in emergenza familiare ed economica. I tre Comuni di Coggiola, Pray e Crevacuore hanno attivato a partire dal 15 giugno 2020 e fino all'11 settembre 2020 nuove forme di aggregazione destinate ai bambini di etÓ compresa tra i 3 ai 14 anni, piccoli centri estivi nei quali i bambini sono suddivisi in base a quanto dettato dalle normative nazionali per contrastare i problemi sanitari derivanti dal coronavirus. Questa nuova organizzazione ha portato a creare un numero notevole di piccoli gruppi di aggregazione e, di fatto, a un aumento dei costi per le famiglie che usufruiscono di tale servizio. Le famiglie che utilizzano questi nuovi centri estivi si trovano nell'impossibilitÓ di gestire in modo diverso i loro figli e sono chiamati a una maggiore contribuzione economica. Al 7 luglio 2020, risultano iscritti 67 minori, suddivisi nel territorio dei tre Comuni. La nuova povertÓ che ha colpito molte famiglie della Valsessera ha portato inoltre i tre Comuni che aderiscono al progetto a sviluppare aiuti economici per l'acquisto di alimenti di prima necessitÓ. La gestione relativa all'acquisto e alla distribuzione degli alimenti avviene attraverso l'Emporio della SolidarietÓ della Valsessera - Parrocchia di San Giorgio di Coggiola."