Bandi

Home > Attività erogativa  >  Modalità di intervento  >  Bandi  >  Comunità fragile  >  I progetti sostenuti  >  Consorzio sociale Il filo da tessere
 

Consorzio sociale Il filo da tessere

Progetto "#lontanimavicini"

 

Dati tecnici

COSTO COMPLESSIVO € 10.000
CONTRIBUTO € 10.000
Per informazioni e contatti: biellawelfare@ilfilodatessere.com cell: 345 752 6756

 

Consorzio sociale Il filo da tessere - storia e attività

Il Consorzio sociale Il filo da tessere viene costituito nell'anno 2000 da 4 cooperative biellesi che operano nell'ambito dei servizi alla persona e dell'integrazione lavorativa di persone in situazione di disagio.
È ente accreditato per i Servizi al lavoro, per la Gestione del Servizio Civile Nazionale e per il Servizio di Volontariato Europeo. Realizza attività di promozione territoriale per lo sviluppo di politiche sociali, del lavoro, dell'accoglienza avendo un ruolo attivo nella coprogettazione con attori pubblici e privati del territorio.

Il Consorzio Filo da Tessere è luogo di condivisione di idee, obiettivi e risorse, di integrazione delle conoscenze e delle professionalità. Vuole essere "Consorzio di Comunità, soggetto promotore di iniziative di carattere sociale e culturale che agisce in sinergia con le altre realtà territoriali sociali, imprenditoriali, pubbliche e del Terzo Settore presenti sul territorio."

Il Consorzio è composto da 7 cooperative sociali: Cooperativa Domus Laetitiae, Cooperativa Tantintenti, Cooperativa Sportivamente, Cooperativa Raggio verde, Cooperativa Vedogiovane, Cooperativa Maria Cecilia, Cooperativa Indaco e da 1 cooperativa/agenzia formativa Finis Terrae. Le attività del Consorzio si svolgono delle Province di Biella, Novara, Verbania, Vercelli e Torino. Le Cooperative socie gestiscono servizi per persone con disabilità, per minori ed anziani; offrono opportunità a persone in situazione di disagio e di svantaggio. Il Filo da Tessere è parte della più grande rete italiana di imprese sociali Consorzio Gino Mattarelli, una rete estesa su 20 regioni, composta da circa 800 cooperative ed imprese sociali per un totale di oltre 42000 lavoratori. Aderisce a ConfCooperative ed a Federsolidarietà.  


 
 

#lontanimavicini - il progetto

Il progetto intende far fronte all'emergenza che stiamo vivendo legata all'espandersi del COVID-19 attraverso la promozione ed erogazione di servizi a domicilio e on line. I servizi sono prenotabili attraverso una piattaforma dedicata www.biellawelfare.it pensata inizialmente per servizi di welfare aziendale ma appositamente adeguata in seguito a questa emergenza, per garantire l'accessibilità e la fruibilità da parte di tutti.
In particolare si intendono promuovere e gestire nel rispetto della normativa vigente:
- servizi rivolti a persone anziane e/o sole che necessitano di assistenza domiciliare, consegna farmaci a domicilio o servizi infermieristici a domicilio
- disbrigo di piccole pratiche ( ritiro esami, documenti, ..)
- servizi di assistenza domiciliare e supporto on line per persone con disabilità
- servizi on line per minori e famiglie
- servizi di consegna pasti o consegna spesa a domicilio ·
- servizi di supporto per la gestione degli animali domestici
Grazie ai finanziamenti raccolti potremo ridurre o abbattere totalmente il costo dei servizi per i cittadini che potranno beneficiare di buoni sconto erogati ad hoc.
L'utilizzo del sistema on line di prenotazione dei servizi consente ai cittadini di prenotare il servizio rapidamente, ricevere le richieste tempestivamente e tracciare tutte le transazioni.
Alcuni beneficiari potrebbero avere delle difficoltà legate alle modalità di accesso ai servizi poichè è necessario utilizzare strumenti informatici e tecnologici. Per questo, oltre ad un tutor on line ed una mail - biellawelfare@ilfilodatessere.com, si è istituito un numero dedicato 345 752 6756 al quale risponde un operatore in grado di fornire, non solo delucidazioni in merito ai servizi, ma anche tutte le istruzioni necessarie alla registrazione per una corretta fruizione del servizio.
Vista la novità della situazione e lo stato di emergenzialità, è necessario verificare e valutare continuamente l'andamento dei servizi offerti riadattandoli ai nuovi bisogni che emergeranno e/o ai nuovi decreti e regolamenti attuativi che via via verranno emanati.

 

Dichiarazione referente

Dichiara Federica Collinetti
"Da anni ci occupiamo di persone e di servizi, per questo con l'apertura dello stato di emergenza e l'avvio le restrizioni connesse, capendo quale impatto avrebbero avuto sulla cittadinanza ed in particolare sulle persone più fragili, abbiamo pensato che non potevamo sottrarci dal cercare modalità per poter garantire vicinanza e prossimità alla nostra comunità. Grazie al contributo della Fondazione CRB che da subito si è attivata per supportare questa ed altre iniziative analoghe e grazie ad altre donazioni private riusciamo a garantire servizi che in questa fase sono fondamentali per tutelare i cittadini."