Progetti e attività

 

La Fondazione ha previsto uno stanziamento pari a 105.000,00 euro per l'attivazione e il sostegno dell'iniziativa per riuscire ad evadere almeno 100 richieste di sostegno e raggiungere i seguenti risultati:
· aggiungere una fetta di utenza nuova e raccogliere eventuali bisogni;
· ridurre il rischio di cronicizzazione delle persone che, a partire dal prossimo autunno, si troveranno in una situazione di difficoltà a corrispondere i canoni di affitto o a ripianare le morosità maturate durante il lockdown;
· sperimentare una modalità innovativa di erogazione di contributo automatizzando il processo;
· promuovere il ruolo dello sportello casa come servizio di mediazione abitativa, di orientamento e informazione su tutte le misure di aiuto nazionali e locali per gli inquilini e intercettare proprietari disponibile a mettere a disposizione il proprio bene immobiliare;
· fornire dati di analisi sui nuovi bisogni al tavolo territoriale di confronto.

Ma come si potrà in concreto accedere al bonus casa?
I richiedenti dovranno dimostrare di aver accumulato una morosità rispetto al mantenimento del bene casa durante i mesi del lockdown e successivi (marzo-ottobre 2020) e di aver subito, a causa dell'emergenza COVID, una riduzione del reddito nella misura pari ad almeno il 20% rispetto al medesimo periodo dell'anno 2019 (periodo di riferimento marzo-settembre 2019-2020).
Dovranno inoltre avere residenza in un Comune della provincia di Biella da almeno un anno.
Le richieste di contributo si potranno presentare nel periodo dal 12/10/2020 al 30/10/2020.
 In caso di accoglimento della richiesta verrà erogato un contributo economico a copertura parziale della morosità accumulata dal nucleo richiedente.
Il contributo economico non potrà essere di importo superiore ad € 1.000,00 e comunque sarà subordinato al budget complessivo e al numero di domande.


Per tutte le informazioni e per accedere alla richiesta: https://www.sportellocasabiellese.it/bonus-abitare/


 
.