Bandi

Home > Attività erogativa  >  Modalità di intervento  >  Bandi  >  Arte+ 2020  >  I progetti sostenuti  >  Chiesa di Santa Croce di Graglia
 

Contributo Fondazione: € 7.000

Ente: Confraternita della Santissima Trinità e di Santa Croce, Graglia

Bene: Cappelle interne della chiesa di Santa Croce

Progetto: Intervento di restauro

Tipologia: Bene architettonico

Descrizione del progetto

La chiesa di Santa Croce di Graglia sorse nel 1576 con l'istituzione dell'omonima confraternita. Nel 1637 si stabilì di riedificarla non più nello stesso luogo, umido e malsano, ma nelle vicinanze. Il 30 gennaio 1639 venne messa all'incanto la prima pietra e la sua posa spettò a Giovanni fu Bartolomeo Bertello.
Le cappelle, oggetto dell'intervento, furono edificate nel XVII secolo su progetto dell'architetto Ludovico Ramma. Nel clima di rinnovamento settecentesco furono decorate di stucchi e poi dipinte dal pittore Giovanni Battista Greggio di Andorno.
La chiesa ospita numerosi dipinti realizzati dal sacerdote Don Domenico Saà, artista molto attivo sul territorio intorno alla metà del Settecento.
Nel corso del restauro verrà organizzato un evento per comunicare alla comunità gli esiti attesi dall'iniziativa attraverso anche la visione delle operazioni di restauro in corso d'opera. Al termine dell'esecuzione del restauro si prevede di organizzare una conferenza nel corso della quale saranno illustrate le tecniche utilizzate durante il restauro e verranno presentati gli importanti risultati che 

 
 

Dichiarazione referente

Dichiara Enzo Clerico, Priore legale rappresentante della Confraternita:
"Il progetto prevede di portare a compimento il restauro delle opere attraverso le più innovative tecniche di restauro conservativo. Nello specifico si prevede il restauro conservativo delle seguenti tre cappelle interne alla chiesa di Santa Croce:
- Cappella di Santo Stefano e San Francesco d'Assisi
- Cappella dei Cinque Santi
- Cappella di Sant'Antonio da Padova
Tale intervento è di primaria importanza in un'ottica di valorizzazione del patrimonio culturale locale e costituisce il primo tassello di una serie di interventi di restauro conservativo dell'architettura della chiesa che porteranno progressivamente al recupero dell'intero manufatto. L'intervento è inoltre assolutamente centrale in un'ottica di valorizzazione del patrimonio culturale locale, poiché la chiesa ospita numerosi dipinti realizzati nel XVIII secolo dal sacerdote Don Domenico Saà.
Tale restauro si inserisce pertanto all'interno di un ideale percorso artistico che lega la chiesa di Santa Croce di Graglia con il Santuario di Graglia, la Cappella della Confraternita del Suffragio a Ronco Biellese e il Sacro Monte di Oropa, tutti luoghi sacri che ospitano opere dello stesso Saà".

 

Informazioni e contatti

Sito web: www.confraternita-graglia.it

Informazioni:
Enzo Clerico (Priore della Confraternita): 335 5394009 | enzoclerico@libero.it