Bandi

 

LILT Biella

Progetto "Distanti ma uniti"

 

Dati tecnici e informazioni

COSTO COMPLESSIVO € 3.034
CONTRIBUTO € 2.500

 

LILT Biella - storia e attività

LILT Biella è l'Associazione Provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori: è un'associazione riconosciuta dalla Regione Piemonte e opera come ONLUS su tutto il territorio della Provincia.
Fondata nel 1995, persegue un impegno attivo e costante nella lotta contro il cancro attraverso:
- La Prevenzione tumori
- La Riabilitazione, L'esercizio Fisico Adattato
- Il reinserimento sociale del malato
- L'assistenza ai pazienti ricoverati in Hospice
Il perseguimento degli obiettivi e l'impegno di LILT Biella nella lotta contro i tumori è accompagnato da valori che ci guidano quotidianamente come il rispetto per gli altri, la restituzione della dignità alla persona, la condivisione degli obiettivi di cura e delle scelte d'intervento, l'accoglienza unita alla professionalità, l'ideale della sussidiarietà e del fare del bene, l'impegno attivo e costante, l'assunzione di responsabilità e il non darsi mai per vinti. 
Questi principi e valori rappresentano appieno la nostra filosofia e il nostro modo di lavorare, l'attenzione che poniamo verso le persone e il rispetto per chi si trova ad affrontare un momento difficile.

 
 

Distanti ma uniti - il progetto

Esattamente in concomitanza con la Giornata Mondiale della Salute che si è celebrata in tutto il mondo lo scorso, 7 aprile 2020, LILT Biella ha lanciato il progetto "Distanti ma uniti", sportello telefonico di videoconsulenza, ascolto e supporto psicologico per far fronte all'emergenza Covid-2019.
Uno spazio creato per accogliere e ascoltare le persone, di qualsiasi età, che desiderano condividere i propri vissuti problematici durante l'emergenza coronavirus al fine di affrontare meglio le sfide di tutti i giorni.

Che cos'è lo sportello di ascolto "Distanti ma uniti"?
Uno spazio creato per accogliere e ascoltare le persone, di qualsiasi età, che desiderano condividere i propri vissuti problematici durante l'emergenza coronavirus al fine di affrontare meglio le sfide di tutti i giorni. Un momento di Ascolto che può fare la differenza nell'aiuto a tante persone che stanno vivendo l'emergenza Coronavirus con fatica e sofferenza. Lo fa ancora di più per i pazienti malati di tumore che se prima avevano un nemico da affrontare, adesso ne hanno due, anzi piú di due perché ogni persona che incontrano è un potenziale pericolo.

In cosa consiste?
Lo sportello di Ascolto "Distanti ma uniti" si rivolge alle tante persone che durante l'emergenza Covid-19 hanno bisogno di un sostegno e che vivono situazioni di forte disagio e difficoltà per ascoltarle e accoglierle telefonicamente o in video.
Grazie al sostegno di una psicologa professionista, lo sportello si pone l'obiettivo di aiutare a riconoscere emozioni e sentimenti innescati dall'emergenza, prendere decisioni, gestire e meglio tollerare le frustrazioni, lo stress, le ansie e la conflittualità.

A chi si rivolge?
Lo sportello di Ascolto "Distanti ma uniti" si rivolge a:
* Pazienti oncologici
* Familiari
* Adolescenti
* Operatori sanitari: medici, infermieri, OSS (ospedalieri, territoriali e di case di cura/pensionati per anziani)
* Persone che hanno subito un lutto a causa del Coronavirus adulti, anziani, persone sole, persone positive al covid. 

Come fare per accedere?
Si può accedere allo sportello di ascolto telefonico ogni martedì e giovedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 chiamando il numero 3405225224 oppure online attraverso la piattaforma skype all'indirizzo Covid-19 Sportello di ascolto LILT Biella o, ancora, via email a a.fornaro@liltbiella.it

 

Dichiarazione referente

Dichiara il Presidente, Dott. Mauro Valentini:
"Lo sportello, in linea con la mission di LILT, si rivolge ai malati oncologici e ai loro famigliari. Tuttavia, visto che questa emergenza riguarda tutta la popolazione, non solo i malati oncologici, abbiamo deciso di allargare questo tipo di opportunità, di sostegno psicologico, anche a tutta la popolazione.
L'emergenza Covid19 ha sconvolto la vita di tutti noi: giovani, adolescenti, anziani, persone sole. Pensiamo solo ai malati oncologici che, adesso, non hanno più solo un nemico da sconfiggere, ma due.
Per questo siamo davvero grati alla Fondazione CRB e Banca Simetica per questo contributo, perché solo grazie al sostegno di queste realtà tanti nostri progetti, come lo Sportello di Ascolto "Distanti ma Uniti" possono offrire al territorio un servizio di aiuto. Grazie a nome di tutti."