1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
La fondazione per il Biellese
 
 
 
 
Contenuto della pagina
ACRI
 

FONDO PER IL CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

 

La povertà economica è spesso causata dalla povertà educativa: le due si alimentano reciprocamente e si trasmettono di generazione in generazione.
Un'alleanza per contrastare questo preoccupante fenomeno è stata messa in campo dalle Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da ACRI, e dal Governo che, con apposite agevolazioni fiscali previste nella Legge di stabilità per il 2016, ha voluto incentivare l'ulteriore impegno delle Fondazioni su questo fronte.
A fine aprile i due partner hanno firmato un Protocollo d'Intesa per la gestione di un Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che è destinato "al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori".
Il Fondo è alimentato dalle Fondazioni di origine bancaria, che usufruiranno di un credito d'imposta, e avrà una consistenza di 120 milioni di euro l'anno per tre anni.
L'operatività del Fondo è stata assegnata all'impresa sociale "Con i Bambini", partecipata al 100% da Fondazione con il Sud, per l'assegnazione delle risorse tramite bandi.
Le scelte di indirizzo strategico sono definite da un apposito Comitato di indirizzo nel quale sono pariteticamente rappresentate le Fondazioni di origine bancaria, il Governo, le organizzazioni del Terzo Settore e rappresentanti di Isfol e EIEF - Istituto Einaudi per l'economia e la finanza.
L'invito è rivolto a livello nazionale alle organizzazioni del terzo settore e al mondo della scuola per presentare proposte di progetti per il contrasto alla povertà educativa minorile.

 
 

 

2018

Bando Un passo avanti. Idee innovative per il contrasto alla povertà educativa minorile
, per un importo complessivo di 70 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti ricevuti.
La nuova iniziativa prevede direttamente la presentazione online dei progetti, entro e non oltre il 14 dicembre 2018.

 

2017 

Bando Nuove Generazioni 
(5-14 anni), per un importo complessivo di 60 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti ricevuti.
La nuova iniziativa prevede direttamente la presentazione online dei progetti, entro e non oltre il 9 febbraio 2018.

 

I PROGETTI APPROVATI

BANDO NUOVE GENERAZIONI (5-14 anni)
Sono 83 i progetti approvati, tra i 432 che hanno partecipato al Bando Nuove Generazioni rivolto a bambini e ragazzi di età compresa tra 5-14 anni; di questi 68 sono regionali e 15 multiregionali e hanno coinvolto circa 7.500 partner tra organizzazioni del terzo settore, istituti scolastici, enti pubblici.
Le proposte arrivate da tutte le regioni, saranno sostenute tramite il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e riceveranno un contributo complessivo di circa 66 milioni di euro.
Con i primi tre bandi, in due anni, sono stati sostenuti 249 progetti con un contribuito pari a 202 milioni di euro, su 360 previsti dal Fondo, che coinvolgeranno 480 mila bambini e ragazzi, insieme alle loro famiglie, che vivono in condizione di disagio e 27.500 organizzazioni tra terzo settore, mondo della scuola, enti.
Una risposta concreta al milione e 208 mila ragazzi che vivono in condizione di povertà e che spesso non possono accedere ai servizi minimi, necessari a formare gli adulti di domani. Il problema della povertà educativa dei minori, l'altra faccia di quella economica, come dimostrano gli ultimi dati Istat, non rappresenta solo un danno nei confronti dei minori che vivono in condizioni di disagio, ma un freno alla crescita di un intero paese. Investire nei ragazzi, significa dare slancio al nostro futuro.

 
 

2016

Prima infanzia (0-6 anni), per un importo complessivo di 69 milioni di euro
Adolescenza (11-17 anni), per un importo complessivo di 46 milioni di euro

 

I PROGETTI APPROVATI

BANDO PRIMA INFANZIA (0-6)
Sono 80 i progetti finanziati con il Bando Prima Infanzia (0-6 anni) con 62,2 milioni di euro: 66 progetti relativi alle graduatorie regionali (A) per un importo di 34,1 milioni di euro e 14 per quella multiregionale (B) per un importo di 28.1 milioni di euro.
Il Comitato di indirizzo strategico del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile ha consentito il finanziamento di tutti i progetti del Bando Prima Infanzia che hanno ricevuto una valutazione positiva.
Questa scelta è stata possibile grazie alla decisione del Comitato stesso di destinare ai Bandi Prima Infanzia e Adolescenza ulteriori 30 milioni di euro, a fronte del grande numero di progetti presentati e della qualità complessiva delle proposte.Tenendo conto degli stanziamenti aggiuntivi, delle risorse residue delle graduatorie A e B del Bando Prima Infanzia e confermando i criteri che hanno determinato la allocazione delle risorse su base regionale, lo stanziamento disponibile per il Bando Adolescenza passa dai 46 milioni previsti a un massimo di 82 milioni di euro, articolati a livello di raggruppamenti regionali.

 

BANDO ADOLESCENZA (11-17 anni)
Sono 86 i progetti approvati attraverso il Bando Adolescenza (11-17 anni), 69 per la graduatoria A (regionali) e 17 graduatoria B (multiregionali), selezionati tra le 248 proposte ammesse alla seconda fase e complessivamente tra le 800 idee pervenute in risposta al Bando, per un ammontare complessivo di 73,4 milioni di euro erogati (una media di 860 mila euro a progetto).
Per sostenere le iniziative, sono state coinvolte 2748 organizzazioni, tra enti del Terzo settore, scuole ed enti locali. 

 
 
 
 

Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
Via Garibaldi 17 - 13900 Biella - tel. 015-2520432 - info@fondazionecrbiella.it - C.F. 90026640020