Bandi

Home > Attività erogativa  >  Modalità di intervento  >  Bandi  >  Comunità fragile  >  I progetti sostenuti  >  Associazioni del Tavolo Migranti biellese
 

Associazioni del Tavolo Migranti biellese

Progetto "COVID-19: Sostegno al reddito dei migranti con tirocini sospesi"

 

Dati tecnici e informazioni

COSTO COMPLESSIVO € 9.922 
CONTRIBUTO € 7.500    

Persone beneficiate:  17 singoli + 4 nuclei familiari

 

Associazioni del Tavolo Migranti biellese

Nell'emergenza - al fianco dei più deboli
Alcune associazioni che fanno parte del Tavolo Migranti biellese hanno partecipato insieme al bando "Comunità fragile", unendo i loro sforzi per aumentare l'efficacia dell'azione, presentando il progetto "COVID-19: SOSTEGNO AL REDDITO DEI MIGRANTI CON TIROCINI SOSPESI"  
- "MONDI SENZA FRONTIERE ODV" ha sede a Biella. I suoi volontari dal 2012 si occupano di migranti, presenti sul territorio biellese, aiutandoli nel processo di autonomia lavorativa e abitativa, tramite un sostegno nell'avviamento al lavoro e l'attivazione di soluzioni abitative a Biella e Benna e Lessona. L'associazione inoltre svolge attività di Segretariato Sociale a favore di cittadini stranieri e migranti.
- "La Speranza" espressione della Caritas parrocchiale della parrocchia di Gesù nostra Speranza di Cossato offre, oltre alle attività tipiche delle Caritas, il servizio di prima accoglienza e aiuto a donne in difficoltà, assistenza e integrazione a immigrati ospitati in due alloggi a Lessona.
- "INcontroMano" nata nel 2013, sostiene progetti in Mozambico. Dal 2018, con il progetto "Storie intrecciate" (momenti di incontro, condivisione, formazione... e collaborazione), si impegna per dare un supporto alla vita delle donne straniere ed alle loro famiglie, a 360°.
- "ARCI Solidarietà Thomas Sankara" lavora per la costruzione di una comunità accogliente nello spirito della Costituzione. È stata aperta una ciclo officina per il recupero di vecchie biciclette e la loro riparazione, per permettere ai migranti e ai cittadini italiani in difficoltà autonomia negli spostamenti. All'interno della stessa sono stati avviati progetti riabilitativi personalizzati e nuovi ciclo-meccanici si stanno formando.   
-  "C.R.E.S.Co. ODV" è nata nel 2016 dall'esperienza missionaria e dall'impegno nella realtà ecclesiale e sociale biellese. Porta avanti progetti in ambito sanitario ed educativo in Kenya e Benin (con Borse di Studio e con tirocini in Italia per la specializzazione e lo scambio interculturale) e accoglienza e sostegno all'integrazione di richiedenti asilo a Trivero.

 
 

COVID-19: Sostegno al reddito dei migranti con tirocini sospesi - il progetto

Il D.L n. 18 del 17 marzo 2020 e quelli emanati in seguito sono intervenuti con provvedimenti a sostegno dell'occupazione e dei lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito, ma hanno escluso coloro che in questi mesi stavano svolgendo tirocini di inserimento lavorativo, tutti sospesi a causa dell'emergenza Covid-19 e con conseguente interruzione dei pagamenti delle indennità.
Il compenso normalmente previsto per i tirocini (€ 600 al mese) consente la pura sopravvivenza e in alcuni casi è l'unica fonte di sostentamento di una famiglia. La situazione è grave perché le persone da noi seguite, non hanno una rete familiare o di altro tipo che possa supportarle in questo momento finanziario critico.
Il nostro progetto è stato formulato con un obiettivo semplice ma concreto: dare un sostegno immediato e temporaneo (un mese e mezzo, indicativamente il periodo individuato per l'emergenza) ai migranti in difficoltà economica per la mancanza di reddito. Più precisamente: sostegno per il pagamento di affitti per gli alloggi autonomi, bollette, spese per l'igiene personale e casa, farmaci e schede telefoniche (che costituisce un supporto vitale in tempo di isolamento).

 

Dichiarazione referente

Dichiara Carla Garbaccio, Presidente di MONDI SENZA FRONTIERE:
"L'emergenza sanitaria causata dal Covid-19 sta colpendo dolorosamente tutta la società, ma per chi già viveva in condizioni difficili o di fragilità, la crisi e la disuguaglianza diventano ancora più tangibili. Le nostre associazioni seguono migranti, accompagnandoli nel difficile percorso dell'autonomia economica e dell'integrazione sociale.
 Conosciamo ad una ad una le persone a cui è stato sospeso il tirocinio: ci sentiamo responsabili per loro. Non potevamo far mancare loro in questo momento il nostro supporto, consapevoli che spesso un aiuto anche piccolo può avere un grande valore per la vita delle persone, facendo la differenza tra un tempo di difficoltà e il buio della disperazione.
 Per questo siamo davvero grati alla Fondazione CRB e Banca Simetica per questo contributo, che giunge tempestivamente, dimostrando quanto grande sia l'attenzione a tutte le persone che vivono in questo nostro territorio. Grazie a nome di tutti
"