1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
La fondazione per il Biellese
 
 
 
 
Contenuto della pagina
 

╚ in corso al seconda fase del BANDO V.I.V.A.: fino al 19 giugno 2018 si potranno presentare le domande relative al bando pubblico per l'assegnazione dei fondi per la coprogettazione esecutiva del progetto per interventi di vita indipendente vita attiva in favore di persone disabili

 

 

La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella invita a presentare idee  progettuali "esemplari" nel Biellese al fine di dare vita ad un servizio organizzato in rete per la  promozione e formazione alla vita indipendente per una piena inclusione delle persone con disabilitÓ nella comunitÓ 


SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE 
Le idee progettuali dovranno essere presentate entro le ore 12,00 del giorno 20 giugno 2017

SOGGETTI DESTINATARI
Destinatari diretti
I destinatari devono essere persone con disabilitÓ in grado di vivere a domicilio (anche con le risorse che il sistema integrato dei servizi socio sanitari e la societÓ civile mettono a disposizione) intendendo con tale espressione persone che sono in grado di ottenere una soddisfacente qualitÓ della vita attraverso ausili, presidi, interventi di adattamento ambientale che annullano o riducono al minimo un intervento assistenziale significativo. Si individua in maniera prioritaria la fascia 18-45 anni riferita a persone con disabilitÓ in quanto portatori di mentale disturbi dello sviluppo intellettivo di grado medio-lieve e/o menomazioni neuromotorie e/o sensoriali con le caratteristiche sopra riportate dal punto di vista dell'autonomia. Si dovrÓ ipotizzare che il servizio organizzativo della vita attiva e indipendente predisponga ogni anno un numero indicativo di progetti individuali e ne segua la loro attuazione.  
Destinatari indiretti
Sono prima di tutto le famiglie sin dall'esordio della esperienza di disabilitÓ del figlio. Altri destinatari indiretti sono gli operatori dei servizi, gli insegnanti, i volontari e i cittadini.  
Gli Stakeholder
Oltre ai destinatari diretti e indiretti, oltre ai soggetti pubblici e privati facenti parte del Sistema integrato dei Servizi socio-sanitari (Consorzi I.R.I.S. e CISSABO, ASLBI, Cooperazione Sociale che eroga Servizi a favore delle persone disabili), sono stakeholder privilegiati gli enti no profit del territorio che operano a favore delle persone con disabilitÓ e/o a favore dell'inclusione sociale, tenuto conto che solo con il pieno coinvolgimento di tutte queste realtÓ sarÓ possibile garantire la fattibilitÓ, l'adeguatezza e la sostenibilitÓ nel tempo del progetto stesso.

AMBITO TERRITORIALE
Gli enti che partecipano al bando devono aver sede nel territorio della Provincia di Biella o realizzare progetti nel territorio provinciale.

FINALIT└ E OBIETTIVI 
Con il presente Bando la Fondazione propone alle organizzazioni del terzo settore di presentare idee progettuali finalizzate a migliorare la qualitÓ di vita e il benessere delle persone con disabilitÓ attraverso la promozione della loro autonomia e dell'indipendenza dalla famiglia di origine favorendo l'integrazione sociale delle persone disabili nella comunitÓ.
Obiettivo specifico deve essere l'organizzazione di una rete funzionale di promozione e formazione alla vita attiva e autonoma per una piena inclusione delle persone disabili nel territorio della provincia di Biella.
Nella formulazione dell'idea progettuale occorre considerare che si vogliono raggiungere i seguenti risultati:
- Realizzare una rete organizzata e integrata di strutture e servizi sul territorio Biellese, finalizzata a consentire la vita autonoma delle persone con disabilitÓ ottimizzando l'uso delle risorse pubbliche e private a disposizione.
- Attuare una modalitÓ di organizzazione e gestione della rete in grado di operare nel tempo facendo ricorso alle risorse proprie delle persone in condizione di disabilitÓ, delle loro famiglie, della comunitÓ sociale di riferimento, dei soggetti del terzo settore, delle risorse umane e finanziarie messe ordinariamente a disposizione dagli enti pubblici a sostegno delle persone con disabilitÓ, a quelle messe a disposizione da altri soggetti  e istituzioni private che operano nella societÓ civile.
- Promuovere il rinforzo educativo, formativo e motivazionale a favore delle persone disabili e delle loro famiglie per sostenerle nel progettare percorsi di vita autonoma.
- Porre in atto accompagnamenti personalizzati all'abitare indipendente per consentire a persone con disabilitÓ di affrontare con successo il passaggio dal contesto familiare all'autonomia possibile in base alle loro potenzialitÓ.
- Promuovere e organizzare opportunitÓ per una piena inclusione lavorativa, culturale e sociale.

La rete funzionale di promozione e formazione alla vita attiva e autonoma dovrÓ operare collaborando con l'UnitÓ Multidisciplinare di Valutazione della DisabilitÓ (UMVD) del territorio, concorrendo all'elaborazione e organizzando l'attuazione di progetti individuali condivisi con la persona disabile e con la sua famiglia, nei quali si prevedano  ad esempio alcuni tra i seguenti interventi:
- Percorsi di formazione all'autonomia;
- Percorsi di formazione per le famiglie volti a costruire le condizioni relazionali necessarie alla vita autonoma possibile della persona disabile, a individuare idonee soluzioni organizzative, a ricercare idonee forme di sostegno economico dei progetti individuali: 
- Sperimentazione di soluzioni residenziali 'leggere' (es. gruppi appartamento, micro - comunitÓ, etc.)
- Sperimentazione di soluzioni residenziali autonome nei contesti di vita sociale originari della persona disabile
- Partecipazione a laboratori di attivazione delle competenze per le autonomie personali;
- Partecipazione a corsi di formazione professionale
- Inclusione al lavoro attraverso il collocamento mirato e/o servizi di supporto  
Tutti gli interventi previsti dovranno tenere conto delle normative di riferimento. Potranno essere valutate anche proposte che prevedano sperimentazioni, purchÚ possibili in base alle normative vigenti.

 

Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
Via Garibaldi 17 - 13900 Biella - tel. 015-2520432 - info@fondazionecrbiella.it - C.F. 90026640020