Home > La Fondazione  >  Documenti istituzionali  >  Altri documenti

ALTRI DOCUMENTI

 

CODICE ETICO

 
 

REGOLAMENTI

 
 
 

La Carta delle Fondazioni

L'Assemblea dell'ACRI del 4 maggio 2011 aveva stabilito la necessità di fornire linee guida in materia di governance, di attività istituzionale e di impiego del patrimonio delle Fondazioni di origine bancaria italiane.
Attraverso un processo di elaborazione ispirato alla più ampia partecipazione, che ha coinvolto tutte le Fondazioni attraverso gruppi di lavoro, si è giunti alla definizione della Carta delle Fondazioni, che è stata approvata all'unanimità dall'Assemblea dei Soci di ACRI del 4 aprile 2012. Questo documento traccia le linee guida per un orientamento comportamentale comune che, nel rispetto delle norme che disciplinano le Fondazioni, consenta di valorizzarne l'azione e rafforzarne i presidi di autonomia, responsabilità, trasparenza e indipendenza.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella aderisce alla Carta delle Fondazioni e ha avviato un percorso di adozione della Carta stessa "dando attuazione ai principi e ai criteri indicati declinandoli in piena autonomia in norme statutarie e/o regolamentari, nonché in procedure e prassi operative, secondo le [proprie] dimensioni e caratteristiche operative e istituzionali" (dal preambolo della Carta delle Fondazioni).

 
 
 

Il Protocollo d'Intesa MEF-ACRI

Il 22 aprile 2015 il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e il Presidente dell'Acri Giuseppe Guzzetti hanno firmato il Protocollo di Intesa MEF-ACRI.
Si tratta di un passo ulteriore nel processo di autoriforma delle Fondazioni, voluto dal Mef e dall'Acri nel solco della legge che le regola (riforma Ciampi del 1998/99 e successive modifiche) in funzione del mutato contesto storico, economico e finanziario, da cui emerge l'esigenza di specificare la portata applicativa delle norme che disciplinano le Fondazioni di origine bancaria, affinché esse possano esprimersi sempre più pienamente quali soggetti del terzo settore.   
Con la firma di questo documento le Fondazioni iniziano un percorso di autoriforma che ha tra gli obiettivi principali rafforzare la diversificazione degli investimenti, valorizzare la trasparenza dell'attività erogativa, garantire ulteriormente l'autonomia e l'efficacia della governance.