Home > Collezioni  >  Archivi Documentali

Archivi Documentali

 

Monte di Pietà di Biella

 
Immagine di miniatura

La Fondazione conserva presso la propria sede l'antico archivio del Monte di Pietà di Biella.
Il Monte di Pietà di Biella nacque per iniziativa della Confraternita di San Cassiano, che aveva sede nel quartiere di Riva, con il preciso intento di sottrarre le persone bisognose al fenomeno degradante dell'usura. Le lettere patenti di fondazione furono emanate dal duca di Savoia Carlo Emanuele I il 28 giugno 1586. L'ente, che in tempi recenti aveva mutato il nome in Monte Pio, svolse la sua benemerita attività per ben quattro secoli.

 
 

Nel 1985 passò le sue funzioni alla Cassa di Risparmio di Biella che le prosegue tuttora attraverso la Fondazione.
Nella circostanza a detto istituto di credito confluì pure l'archivio del Monte, oggi custodito presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.
Il fondo, storicamente molto importante e pressoché integro, è formato da 76 faldoni, 8 scatole, 56 registri, per complessive 2.518 unità archivistiche.
Tra il 1993 e il 1994 è stato inventariato e ordinato per materie, onde facilitare le ricerche agli studiosi.

 
Documento sul monte di PietàDocumento sul monte di Pietà
 

 

Archivio Colonie della Cassa di Risparmio di Biella

 

La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha ereditato dalla Cassa di Risparmio di Biella il materiale archivistico inerente le colonie che la banca ha organizzato dal 1949 alla fine del secolo prima a Pesaro e poi a Imperia. Il fondo è stato riordinato in occasione della mostra fotografica "Una vacanza per tutti. Ricordi delle colonie estive biellesi", allestita presso lo Spazio Cultura nell'estate del 2013.