Progetti e attività

 
 
 

1,3 milioni di euro per promuovere il lavoro femminile, offrire strumenti di conciliazione tra vita lavorativa e privata e mettere a disposizione servizi educativi di qualitÓ per 300 donne e 300 bambini e bambine biellesi: sono questi i numeri di Bi.lanciare, il nuovo hub biellese di conciliazione tra vita e lavoro, sostenuto nell'ambito della Call for Action Equilibri - Una sfida per le reti territoriali: lavoro delle donne e percorsi educativi di bambine e bambini, fortemente voluto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e dalla Fondazione Compagnia di San Paoloche hanno promosso insieme l'iniziativa nella consapevolezza che l'occupazione delle donne e la creazione di strumenti idonei ad aiutarle nel difficile bilanciamento tra esigenze lavorative e familiari rappresentano la chiave per costruire territori pi¨ inclusivi, coesi e capaci di guardare al futuro.

 
 

Conciliazione dunque come leva strategica per il rilancio della societÓ e dell'economia: il lavoro femminile di qualitÓ correlato ad adeguati strumenti per l'infanzia migliora la vita delle madri che possono affrontare in modo pi¨ sereno la loro vita professionale, migliora la vita dei loro figli e delle loro figlie, che accedono a servizi pensati su misura per la loro crescita, e della famiglia, che dispone di maggiori risorse e in definitiva della societÓ.

╚ quanto emerge non solo da studi internazionali e nazionali, ma anche da OsservaBiella - Osservatorio territoriale del Biellese, che nel 2021 ha dedicato il proprio approfondimento annuale alla condizione femminile, tra occupazione e conciliazione, nel contesto della pandemia di Covid 19 e che ha indicato chiaramente come ridurre le distanze tra donne e uomini nel mondo del lavoro e nei carichi di cura avrebbe un impatto positivo sia sui bilanci familiari che sulla crescita economica del territorio e favorirebbe lo sviluppo demografico, dando la stabilitÓ necessaria alle famiglie pi¨ giovani per crescere.

 
 

Nasce dunque con questo scopo di Bi.lanciare, progetto triennale volto a creare un Hub della conciliazione nel Biellese che appena avviato pu˛ contare su una rete composta da 27 attori territoriali - tra organizzazioni not-for-profit, enti pubblici e rappresentanze del mondo aziendale. Vede capofila il Consorzio Sociale Il Filo da Tessere e mira alla condivisione di misure strutturate dedicate all'equilibrio tra vita e lavoro, inserite in una strategia di medio lungo periodo che coinvolga con il tempo un network sempre pi¨ ampio.

Saranno almeno 300 le donne coinvolte da qui al 2025 e 300 bambini, bambine e adolescenti che avranno l'occasione di sperimentare proposte di empowerment ed educative di qualitÓ, promuovendo nuove forme di welfare territoriale.